Vas di VenetoCity

SITUAZIONE URBANISTICA

Associazioni, comitati, media, partiti ed oppositori vari, hanno giocato sull’equivoco: “VenetoCity equivale a colata di cemento che distrugge un’amena campagna”.

La verità è che quell’area era destinata all’edificazione già nel P.R.G. del 1994, circa 10 anni prima che fosse presentata la proposta di VenetoCity, senza limitazione sulle destinazioni d’uso e con una volumetria del 30% superiore, con zone verdi 5 volte più limitata, senza opere di interesse pubblico, senza sistemazioni idrauliche, senza opere di viabilità, senza stazione della metropolitana con annesso parcheggio, con oneri di urbanizzazione ed ICI molto più ridotti ed altri aspetti ancora.

Anzi, va detto chiaramente che, senza il progetto VenetoCity, quell’area sarebbe oggi una distesa di capannoni destinati all’industria ed alla logistica, probabilmente costellati di cartelli “vendesi / affittasi”, con un traffico pesante infernale.

Fra le 2 ipotesi, VenetoCity o Zona industriale / logistica, le Amministrazioni Pubbliche interessate hanno scelto VenetoCity e chi abbia un minimo di onestà intellettuale non può dargli torto.

Per chi abbia sostenuto la mancanza della procedura di VAS nell’iter dell’Accordo di Programma, affermazione né vera, né verosimile, si rimanda alla documentazione allegata al P.U.A. recentemente presentato e sintetizzato comunque di seguito.

PREMESSA

In data 6 giugno 2011 la commissione VAS della Regione Veneto ha espresso, con il provvedimento n°28, parere favorevole alle risultanze del Rapporto Ambientale Preliminare, elaborato per la fase della Valutazione Ambientale Strategica (VAS), denominata “Verifica di Assoggettabilità”, relativo all’Accordo di Programma (AdP) dell’intervento urbanistico di VenetoCity, nei comuni di Dolo e Pianiga (VE).

Detto Rapporto Ambientale è stato predisposto secondo le indicazioni contenute nell’art. 12, Allegato 1, del DLgs 152/06, che specifica quali debbano essere i criteri, nella procedura di VAS, per effettuare la Verifica di Assoggettabilità.

A tal fine si ricorda che il procedimento di VAS è costituito da due fasi fondamentali: la prima, denominata Verifica di Assoggettabilità, nella quale viene redatto il Rapporto Ambientale Preliminare; la seconda nella quale si elabora un approfondimento del Rapporto Ambientale Preliminare nel caso in cui dallo stesso si manifestino potenziali rilevanti impatti ambientali.

Quindi il programma urbanistico di VenetoCity è stato correttamente sottoposto a procedura di VAS con l’elaborazione del Rapporto Ambientale Preliminare che, attraverso un approfondito livello valutativo, ha dimostrato come l’intervento non sia in grado di indurre impatti negativi significativi sull’ambiente. Non solo ma, da tale rapporto, si è potuto dimostrare come detto intervento sia in grado di indurre rilevanti impatti positivi sull’ambiente.

Conseguentemente a ciò, e nel pieno rispetto della norma di legge relativamente alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, la Commissione VAS della Regione Veneto, approvando le conclusioni del Rapporto Ambientale Preliminare, elaborato per la verifica di Assoggettabilità, correttamente non ha ritenuto necessario attivare la seconda fase della VAS (approfondimento del Rapporto Ambientale).

L’accordo di Programma urbanistico di VenetoCity contiene anche delle apposite Norme Tecniche (NT), suddivise in tre livelli, ovvero per obiettivi, indirizzi e prescrizioni, che sono state elaborate basandosi prevalentemente sulle risultanze del Rapporto Ambientale Preliminare.

Si tratta di un corpo normativo molto importante che viene totalmente recepito nel “disegno” del PUA (1° e 2° stralcio) di Venetocity e nei “contenuti” delle relative Norme Tecniche di Attuazione (NTA).

In questo modo il PUA e le sue NTA si rappresentano come un approfondimento dell’Accordo di Programma, dimostrando così piena coerenza pianificatoria ed ambientale nel processo di implementazione di VenetoCity.

La medesima coerenza pianificatoria sarà utilizzata, anche nelle fasi successive quali quelle della VIA per le opere di urbanizzazione e quelle per i progetti puntuali, ove essi siano inseriti nelle liste della norma regionale in materia di VIA.

PERCORSO METODOLOGICO

L’intervento di VenetoCity dal punto di vista del rapporto tra pianificazione territoriale-urbanistica ed ambientale, si manifesta come un caso emblematico di relazione virtuosa, già inserito in letteratura (cfr Campeol G., 2011, La VAS di un programma urbanistico locale: VenetoCity, in Sviluppo e Ambiente (a cura di) Alessandra Fidanza, INU Edizioni, Roma), in cui la sostenibilità ambientale non viene solo declinata, ma anche applicata.

Tale processo ambientalmente sostenibile si articola in fasi metodologiche, di tipo orizzontale e verticale, che vedono la tematica ambientale permeare completamente la progettazione dell’intervento: da una fase ex ante ad una ex post, in cui tutte le azioni progettuali sono sempre verificate dal punto di vista della coerenza con il quadro di riferimento ambientale e dell’integrazione tra le diverse valutazioni.

LA LETTURA METODOLOGICO ORIZZONTALE

Il cronoprogramma di VenetoCity risponde in modo sintetico al successivo schema, nel quale emerge che, prima ancora di ideare il “disegno urbano” dell’intervento, si è provveduto ad elaborare un corposo quadro di riferimento ambientale che ha profondamente informato l’idea progettuale. 

image

Secondo questo schema tutte la fasi di implementazione di VenetoCity sono quindi sempre corroborate dalle indicazioni ambientali e man mano che la progettazione si affina, esse trovano declinazione più dettagliata.

LA LETTURA METODOLOGICA VERTICALE

Il rapporto virtuoso ambiente/pianificazione trova un’articolazione anche nell’applicazione delle fasi valutative come indicate dalla normativa europea, nazionale e regionale, adottando in modo molto chiaro il principio dell’integrazione tra procedure amministrative al fine di evitare ridondanza analitica, ma approfondendo di volta in volta le indicazioni di sostenibilità emerse nelle diverse fasi di valutazione.

Lo schema seguente sintetizza questo processo d’integrazione ed avanzamento analitico-valutativo applicato a VenetoCity, che si pone in piena coerenza con le raccomandazioni comunitarie e con gli sviluppi in letteratura in materia di valutazione ambientale di programmi, piani e progetti, in cui il filo conduttore è costituito dalle azioni di sostenibilità ambientale. 

* Clicca sull'allegato VAS-2 a piè pagina per zoomare l'immagine 

image

Fasi del processo di integrazione tra Valutazioni ambientali e Pianificazione/Progettazione VenetoCity

Allegati: