Qualità urbanistica ed architettonica

Qualità e sostenibilità nel progetto firmato Cucinella-Kipar

Qualità e sostenibilità rappresentano un binomio che caratterizza in modo peculiare VenetoCity. A garantirlo sono le firme di due grandi progettisti, Mario Cucinella e Andreas Kipar, che hanno elaborato un Masterplan focalizzato tanto sull'aspetto architettonico-urbanistico, quanto su quello paesaggistico.

Il presupposto paesaggistico del progetto VenetoCity è innanzitutto lo sviluppo di un modello di infrastrutturazione paesaggistica, e successivamente di insediamento, replicabile lungo l’asse tra Padova e Venezia. Attraverso la valorizzazione e la riqualificazione dei segni che connotano il paesaggio esistente (tracce della centuriazione romana, segni dei canali, rogge, percorsi e filari) si è arrivati alla definizione di una matrice di “stanze verdi” all’interno della fascia, con una nuova agglomerazione interna alle due infrastrutture.

VenetoCity è inserita in una trama di sei chilometri di piste ciclabili e un reticolo di percorsi e boulevard pedonali.

Il verde di VenetoCity è una componente prioritaria del progetto: seguendo la tecnica del “preverdissement”, il primo cantiere di VenetoCity sarà quello per la piantumazione di alberi, piante e arbusti.
La scelta progettuale prevede sugli edifici delle particolari coperture ondulate; una sorta di “seconda pelle” che caratterizza l'intero insediamento richiamando le linee e l'andamento dei colli Euganei.

Il profilo delle torri ricorda invece quello delle bricole lagunari, un altro dei riferimenti paesaggistici del progetto.