Le destinazioni d'uso

L’Accordo di Programma, siglato a fine del 2011, disciplina le destinazioni d’uso, sviluppando un profilo funzionale di riferimento, seppur indicativo, che potrà essere aggiornato nell'arco della realizzazione dell'intervento, 10 anni circa, in funzione dell'evolversi del mercato e delle esigenze della popolazione e del territorio.
Un centro direzionale destinato a rappresentare i grandi gruppi finanziari ed industriali internazionali, ma anche centri multidisciplinari per professionisti, associazioni regionali e strutture amministrative pubbliche e private, che necessitano di spazi importanti, grande visibilità e accessibilità adeguata.

Un moderno shopping center, di ultima generazione, integrato con una dotazione completa di strutture per il tempo libero, multiplex, parchi acquatici, piscine e palestre ed ogni genere di attrazione e divertimento.

Un centro di servizi alle imprese per rappresentare le eccellenze del "Made in Veneto", dove il buyer internazionale possa organizzare i suoi programmi di acquisto in modo diretto con i produttori regionali più importanti.
Una vetrina permanente per le produzioni più significative,  dove il Veneto è già leader ma anche dove spera di diventarlo.
Un sistema di relazioni industriali e commerciali che possa diventare un riferimento noto a livello mondiale.

Integrato al centro servizi alle imprese dovrà nascere il comparto della formazione, un'università della moda e del design, del turismo e dell'hotellerie, dell'innovazione e della ricerca, un politecnico Veneto moderno rivolto al sistema impresa.
Strutture ricettive adeguate e campus, una dotazione completa di servizi alle persone, il tutto inserito in un contesto ambientale unico.

Perchè tutte queste attività dovrebbero confluire in VenetoCity? Per una infinità di motivi uno fra i quali spicca: VenetoCity rappresenta il baricentro geometrico, geografico, infrastrutturale e strategico dell'area metropolitana, del Nordest, ma anche dell'Europa intera.