I nodi ambientali risolti

"Impatto" positivo

Attualmente la zona è soggetta a criticità idrauliche individuate principalmente nell‘urbanizzazione delle aree circostanti, dove non sono state previste opere di mitigazione.
VenetoCity risolverà, in primis, le criticità presenti attuando la ricostruzione di ambiti fluviali tipici della bassa pianura veneta, ampliando l’invaso del Cavinello e realizzando bacini di laminazione lungo il corso d’acqua così come lungo il Pionca.

Poi si occuperà degli effetti della nuova edificazione, utilizzando parametri di sicurezza ben oltre la normativa vigente.
VenetoCity realizzerà invasi per complessivi 1.400 mc/ettaro, distinti tra:

  • bacini di laminazione con un volume complessivo di 30mila metri cubi, in grado di ricondurre l’ambito VenetoCity alle condizioni di sicurezza idraulica;
  • specifici invasi in grado di assorbire oltre 1.000 mc/ettaro, necessari per garantire l’invarianza idraulica di VenetoCity.

Qualità delle acque

VenetoCity consentirà di migliorare la qualità dei piccoli corsi d’acqua presenti nell’area che hanno una qualità ecologica prevalentemente scadente.
Specie vegetali idonee permetteranno di migliorare la qualità delle acque. Processo integrato con la piantumazione di alberi e flora che costituiscono elementi essenziali nella progettazione paesaggistica e “sostenibile” di VenetoCity.